Mamma ho perso il papà

18 Ott

Non è la questione più scabrosa o impellente da risolvere, pur riguardando milioni di italiani.
Un argomento dunque importante, anche se non il più urgente.
Stiamo parlando dei cosiddetti temi etici, che sono stati utilizzati finora da questa suburra della politica o come prebende al Vaticano (do ut des) o per spaccare ulteriormente quell’accozzaglia chiamata PD (un’attività peraltro inutile quella di rompere qualcosa già disfatto).
E’ uno dei tanti termometri che ci segnala come il nostro Paese non riesca ad uscire da una linea di mediocrità.

Vivo o morto o x
Gli animali – quando l’istinto gli suggerisce che la fine è ormai vicina – si allontanano per andare a morire in solitudine, rifiutando quindi gli aiuti e le cure (dei propri simili o degli umani) che nelle altre circostanze hanno sempre accettato.
Beati loro, verrebbe da dire, perché possono scegliere in libertà e secondo coscienza come vivere i loro ultimi momenti e non vedere il proprio destino scritto da teocon che sarebbero risultati anacronistici persino ai tempi dell’Inquisizione.
Quanto descritto qui sopra non è una scena tratta dello Zio Tibia Picture Show, ma ciò che è accaduto (e che accade) in Italia.
Dove si volevano violentare le scelte della famiglia Englaro con la vergognosa menzogna che l’Eluana avrebbe potuto ancora procreare avendo ancora le mestruazioni.
Al genere umano per ragionare basta avere il cervello.
Occorre anche usarlo.
In quell’occasione c’è stato uno dei pochi sussulti della carriera politica di Giorgio Napolitano, l’altro è un vibrante discorso alla Camera nel 1978 sull’entrata dell’Italia nello Sme.
Pochissimo, difatti è riuscito nell’impresa di far rimpiangere Cossiga, ma questa è un altra storia.
Il testamento biologico, l’eutanasia e l’accanimento terapeutico diventano – meschinamente – le battaglie della guerra fra evangelizzazione e secolarizzazione.
Capire chi abbia fatto più danni in Italia fra cattocomunisti e clericofascisti è complicato come stabilire chi abbia sbagliato più gol in carriera fra Darko Pancev e Florin Valeriu Raducioiu.
La bontà cristiana comprende anche il sussiego mostrato ai familiari dei malati da questi sedicenti difensori della vita?
Ah già, un bigotto è per sempre.

Siamo la coppia più bella del Mondo
In Italia di famiglia possono parlare – con la prosopopea di chi si ritiene depositario della verità – solo due categorie: chi non ce l’ha (la Chiesa) oppure chi se n’è fatto almeno due.
Come gli illuminati organizzatori dei Families (volutamente al plurale) Day, dove le tante immagini melliflue ed ipocrite non riescono a nascondere una vera e propria privazione dei diritti.
I diritti che due persone (etero od omosessuali, chi se ne frega) hanno di vivere come meglio credono la propria vita insieme.
I diritti di disporre dei beni di una persona che gli è rimasta vicino tutta la vita.
I diritti di ottenere la pensione di reversibilità.
Chi poi ancora crede che l’omosessualità sia una malattia sarebbe meglio che prima si facesse curare la propria: sono consigliabili dosi di ketamina da 750 mg.
L’influenza di quelle anime pure del Vaticano è più forte delle stesse onde magnetiche di Radio Maria.
Luca Carboni fu uno dei primi artisti a tradurre in musica il tema della convivenza con la bellissima Vieni a vivere con me (correva l’anno 1987), quando l’argomento era catalogabile fra il tabù e lo sconsiderevole.
Da allora di acqua sotto i ponti ne è passata, mentre la Legge è rimasta sostanzialmente ferma a quegli anni.
Parafrasando ancora il cantautore bolognese viene da dire che nelle coppie di fatto Ci vuole un fisico bestiale.

In arrivo un bebè
Le adozioni da parte di coppie omosessuali?
Sono contrario.
Un figlio ha bisogno di una figura paterna e di una materna.
Ognuna di essa deve trasmettere al bambino un qualcosa che non potrebbe essere fatto a parti inverse.
I bimbi assorbono come spugne l’imprinting dei genitori (spesso senza che questi se ne accorgano appieno), li ergono già da piccolissimi a loro modelli (una volta tanto sarà d’accordo con noi anche Giovanardi), li imitano e identificando per ogni figura determinati comportamenti (la cosa non è circoscritta ai genitori biologici, Konrad Lorenz insegna).
Stupefacente (altro argomento caro a Giovanardi, ma qui non c’entra niente) come riescano a scindere i ruoli e ad associare un riferimento (uno dei due) per ogni tipo di attività.
So già cosa state pensando: esistono svariati casi di persone cresciute ed educate – con successo – dai nonni, dagli zii o anche da uno solo dei genitori.
Verissimo.
Nessuno mette poi minimamente in discussione l’amore che una coppia omosessuale potrebbe dare ad un figlio adottivo.
Non è questo il punto.
Le altre tematiche  fin qui affrontate riguardavano la sfera più intima e personale o la scelta libera di due persone.
Qui c’è di mezzo un’altra creatura.
Che non può scegliere ed è indifeso.
In assenza di una delle due figure canoniche è più probabile (e ripeto, probabile) che la personalità del bambino possa diventare problematica.
Non per mancanza d’affetto (tutt’altro) ma per un’oggettiva assenza all’interno della coppia: ovvero una delle due figure.
“Ma che bella bimba, assomiglia alla mamma?”
“Quale delle due…?”

Annunci

7 Risposte to “Mamma ho perso il papà”

  1. Mauro Pigozzi 18/10/2013 a 23:51 #

    Pensa invece quando tuo padre è il prete pedofilo che violentò tua madre quattordicenne… Capisci che ormai forse le certezze che volevano inculcarti nella vita da quando sei nato sono sempre state una gran cazzata, e quindi cosa c’è poi alla fin fine di male ad avere due genitori dello stesso sesso, quando tuo padre ha rovinato la vita tua e di tua madre, ergendosi magari anche sul pulpito a fare la predica ai fedeli?!?!?!??? Che confusione!!!!!!!!!!!!!

    • Aurelio Corsini 19/10/2013 a 06:57 #

      Esempio giuto il tuo Mauro… …ma non puoi prenderlo come “regola”… ..ne avremmo da ogni parte… Davide ha scritto un bel pezzo invece. Io, sicuramente, sono indietro sul tema (complesso) pero’ apprezzo molto il pensiero di Davide in questo caso.

      • shiatsu77 19/10/2013 a 07:06 #

        Quegli esempi limite (ma non sporadici) non devono essere considerati parte integrante di una famiglia con due genitori.Ne sono l’antitesi.
        Sapevo che il tema avrebbe fatto discutere, o meglio l’ultimo perchè sui primi due mi pare ci sia una visione condivisa.

  2. Mauro Pigozzi 18/10/2013 a 23:51 #

    Storia vera, quella che ho scritto sopra… chissà cosa ne pensa Giovanardi!!!!!!!!!!

    • shiatsu77 19/10/2013 a 06:43 #

      Non mi sembra di avere mai difeso anche lontanamente situazioni del genere, il mio anticlericalismo si nutre ogni giorno di più e nell’articolo credo si capisca.
      Al netto di situazioni come quella (che purtroppo sono frequenti) rimango convinto che un figlio abbia bisogno dell’amore di un papà e di una mamma.
      Quando è possibile.

      • Mauro Pigozzi 19/10/2013 a 11:26 #

        Comunque non volevo attaccarti… il tuo è un punto di vista laico su cui si può discutere serenamente… la mia era una valutazione che riguarda il fatto che quando si parla di diritti civili in questo paese, chi riesce a condurre il gioco sono sempre le sottane con i loro penosi lacchè!

      • shiatsu77 19/10/2013 a 13:13 #

        Lo so che non mi hai attaccato, ci mancherebbe.Le nostre posizioni convergono quasi su tutto.
        Penso che tu sappia anche il mio pensiero sui dogmi religiosi ed i loro utilizzi criminali.
        Come rispondevo ad Auri, proprio quegli episodi che hai descritto tu (che sono per rappresentano il Male Assoluto) rafforzano la mia idea di cosa debba essere una famiglia.
        Seguirà un post (era quello che volevo…)
        Ciao grande!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: